Categoria: NEWS

Open Femminile: grande vittoria casalinga… a Padova!

Vittoria! 61-37! La strada per tornare a casa è sempre più bella quando si vince. Strano perché giocare in casa e trovarsi più distante degli ospiti fa un po’ ridere, ma va benissimo così. Per motivi organizzativi si è deciso ad inizio anno che le due gare contro Le Fenici si sarebbero giocate in un campo neutro a metà strada tra la Valpolicella e Venezia. Alla fine la scelta è ricaduta su Montegrotto, in provincia di Padova, più vicina alle avversarie che al mondo Ubik, che tra l’altro gioca pure in casa in questa occasione.
Racconta coach Fracchetti: “È stato bello entrare nel nuovo Pala Ubik di Montegrotto e si vede che la società si sta ampliando sul territorio veneto con molte strutture! A parte gli scherzi, parliamo della partita. Partiamo forte rispetto ad un avversario che ci dimostra più esperienza, ma cominciamo a correre e pressare molto forte, innervosendo parecchio le avversarie. Finalmente abbiamo dimostrato di essere una squadra giovane con una voglia matta di giocare. Tutti i parziali ci vedono sopra. Le Fenici giocano a zona per 30 minuti ma noi le battiamo con buoni tiri e contropiedi che non permettono di difendere regolarmente. Io e il mio vice Marco Prato siamo contenti anche della difesa, dove lottiamo su ogni pallone. Siamo contenti per il grande impegno e la voglia di esserci!”.
Ecco chi sono state le protagoniste di questa bellissima prima vittoria stagionale, con ancora una volta Elena Ronconi sugli scudi.
Ronconi: 31 punti, lotta fa il play e semina panico con le sue entrate in contropiede.
Tutino: 13 punti, mena come non mai in difesa, ma si dimostra sempre più matura nel gioco. Piazza due bombe importanti e cerca di impostare il gioco in attacco.
Viviani: 11 punti, finalmente il capitano le piazza quando la zona non ci permette di entrare e sfodera passaggi importanti.
Fasoli: 0 punti, si presenta febbricitante ma nonostante ciò vuole scendere in campo, ha voglia e spirito di gruppo importanti, fa quello che può e grazie anche a suo papà (con Marco Prato) ci permette di organizzare i refertisti in quanto gara casalinga.
Cafarelli: 0 punti, lei entra sempre con le gambe che tremano perchè sente più lei la partita di tutti, ma si impegna in attacco ed in difesa lotta e questo è buono.
Riva: 2 punti, tanto ma tanto a rimbalzo e sotto c’è lei che lotta, che blocca, che non molla di un centimetro.
De Agostini: 4 punti, lei non si vede molto, ma fa quello che deve in ogni azione, crea spazi importanti e si dedica a qualsiasi movimento/ruolo che le chiediamo, aiutando tutte anche a rimbalzo.
Mascanzoni: 0 punti, la metti in campo e sai che con lei non hai mai problemi. Deve diventare più cattiva a rimbalzo, ma la strada è quella buona.
Spiazzi: 0 punti, si prende minuti importanti e ci prova ad ogni azione, si sta guadagnando spazio con molto impegno.
Chiude coach Riccardo Fracchetti: “La vittoria è dedicata alla assenti, a coloro che ci permettono di migliorare in allenamento, soprattutto Chiata Cattabianchi, out per infortunio e che ci teneva molto ad esserci. Ora si deve tornare in palestra per lavorare e migliorare perché la strada è lunga. Anche quando si gioca in casa! Forza Ubik sempre!”

Risultati

Squadra1234TEsito
Ubik Pallacanestro1910191361Win
Fenici Open femminile87101237Loss

Fenici Open femminile

PTS
37

U14m: finale al cardiopalma tra Ubik e Cestistica

Nel primo turno infrasettimanale la partita tra Ubik e Cestistica è stata bella e combattuta. Le squadre si sono affrontate a viso aperto, con un risultato che è rimasto in bilico lungo tutto il match.
Più cinica e concreta Cestistica, che con il numero 17 prova subito a prendere il largo, mentre Ubik gioca generosa e tiene il passo grazie ad un canestro di Prodomi, 4 punti di Brasola (che alla fine ne segnerà 10, con ottime percentuali al tiro: 2/2 ai liberi e 4/6 da due) e due incursioni a canestro di Tiretta (anche stavolta miglior marcatore per Ubik con 11 punti).Il primo quarto si chiude sul 10-16 per gli ospiti, con la sensazione il match abbia molto altro da dire.
Nel secondo i bianco-blu ripartono con energia e intensità che sorprendono i genitori presenti: poiché qualcuno insinua che l’effetto “nitro nelle gambe” sia dovuto alla presenza sugli spalti di amici e AMICHE, viene proposto di portarli tutti stabilmente in trasferta con la squadra!!!
Fatto sta che Molani (due volte), Tiretta e un 2+1+1 di Brasola, portano i lupi a 10, mentre il buon lavoro in difesa contiene a 6 il punteggio di Cestistica – e i brandeggianti gomiti del 18 avversario – e a metà partita lo svantaggio si dimezza a soli tre punti.
L’intervallo passa con una certa apprensione, visti i cali di concentrazione mostrati in passato dalla squadra, che invece resta unita e combattiva. La partita si fa più aggressiva e entrambe le compagini si caricano di falli.
Per Ubik si affacciano sul tabellino anche Neri e Perusi, Molani infila l’unica tripla della partita, Brasola manda in buca una mina da due, Tiretta chiude con un tiro e un libero; ma dall’altra parte Cestistica non resta certo a guardare, anzi segna a ripetizione e il terzo quarto si chiude col parziale di un punto di vantaggio per gli ospiti, che si trovano avanti di quattro. Si arriva a fine partita con le squadre che sanno di doversi giocare tutto negli ultimi dieci minuti.
Ubik fa girare palla, ma non riesce a trovare soluzioni, mentre tra i rossi il numero 7 si prende sulle spalle la squadra e, al canestro del compagno, ne aggiunge tre dei suoi.
I nostri ragazzi non mollano e si esaltano in difesa: prima Prodomi, poi Neri impongono agli avversari un paio di stoppate. Quindi Molani, come Gandalf ne “Il signore degli anelli” diventa servitore del Fuoco Segreto e reggente della fiamma di Anor e – pur senza barba – silenziosamente proclama “Tu non puoi passare!”: stoppa una volta, poi due, poi tre, interdice qualsiasi cosa gli passi d’avanti, gli blocca tutto, compresi i contatti su Instagram e Whatsapp!
Ma, come nel film, con un colpo di coda del solito numero 7 (alla fine saranno 20 punti) Cestistica segna ancora, porta il vantaggio a più 12 ad un minuto dalla fine e ci trascina nel baratro.
E invece no.
Come canta Brunori “il bello della vita/ è riuscire a rientrare in partita/ quando sembra finita”.
Nel giro di un minuto succede di tutto: segnano Perusi, poi Tiretta trapana la difesa e poggia a canestro. Palla rubata sulla ripartenza, di nuovo a segno Perusi, mancano 30 secondi e lo svantaggio è dimezzato.
I rossi non riescono più a trovarsi e uscire dalla loro metà campo: ancora rubata in rimessa, la palla arriva a Prodomi che salta, segna, prende fallo, realizza il libero, scrive i punti a referto, aggiorna il tabellone, mette il fischietto in bocca all’arbitro e – prima che la palla tocchi terra – sta già marcando il suo avversario. Meno tre al pareggio.
I ragazzi di Ubik sono in trance agonistica. Inutile invocare l’anti-doping, questo è il bello del basket, adrenalina naturale! Nel giro di due secondi i lupi tornano di nuovo in possesso della palla: prova Prodomi da due. Non va. Sulla ripartenza gli altri mandano palla fuori.
Undici secondi e pallone alla mano: i ragazzi sono stravolti dalla stanchezza e dalla concitazione del momento, si cercano, fanno girare la sfera sull’arco perdendo consapevolezza dei pochi secondi rimasti, finché il pallone arriva a Molani che – un po’ come può – lo lancia a canestro, ma con poca fortuna.
Il sospiro di sollievo dei tifosi della Cestistica, soffia via i “porchi” partiti dall’altra metà della tribuna.
Finisce – stavolta per davvero – con Cestistica che, con merito, conserva il vantaggio e porta a casa la vittoria.
Restano solo gli applausi per tutti gli atleti che si sono sfidati con sportività e impegno.
“Credo si sia vista una bella partita, tra due squadre che sostanzialmente si equivalgono – ha commentato a fine match coach Pippo Tosi – Oggi non ci sono stati i nostri soliti errori gratuiti su azioni semplici come altre volte. Ho visto nei miei ragazzi concentrazione, sano agonismo e voglia di far bene, che è quello che vorrei avere ogni volta da loro: se saremo in grado di scendere sempre in campo così, le vittorie certamente arriveranno presto”.
Forza Ubik!

Risultati

Squadra1234TEsito
Ubik Pallacanestro Under 14 maschile 20061010121143Loss
Cestistica VR167131046Win

Cestistica VR

PTS
46

U16m: supervittoria a Vigasio e continua l’imbattibilità

“E’ stata una partita dura e combattuta, questa vittoria vale un campionato e rende merito a tutti i sacrifici che i ragazzi stanno facendo in allenamento”. Con queste parole coach Comencini e Frapporti brindano alla vittoria in casa della seconda in classifica che consegna il consolidamento del primo posto nel girone.
Ugolini Petroli parte contratta e poco brillante, ma con il passare dei quarti ritrova gambe e voglia di vincere.
“Facciamo ancora troppi errori al tiro e nel terzo quarto li abbiamo pagati cari assieme alle numerose palle perse.
Buona la fase difensiva ed ottima la messa in campo degli schemi d’attacco provati in settimana. Siamo felici del risultato e ben speranzosi di continuare a lavorare in questa direzione. Non dobbiamo stupirci di questo andamento, il lavoro paga sempre e la stessa educazione dimostrata dai genitori nel tifo sugli spalti la si ritrova nei ragazzi ogni volta che chiediamo loro di fare un passo in più nell’apprendimento.
Ora testa bassa e si torna in palestra per finire questo girone provando a vincerlo”.
Da sottolineare le prestazioni di Bejan, Marconi e Rama che si sono presi la responsabilità di cambiare marcia quando la partita lo ha richiesto.
Avanti tutta e sempre forza Ubik!

Risultati

Squadra1234TEsito
Vigasio Vipers Under 16 maschile 2004/05111020850Loss
Ubik Pallacanestro316172268Win

Vigasio Vipers Under 16 maschile 2004/05

PTS
50

Esordienti 2008: roboante +63 casalingo

È vero che Bears Bussolengo si è presentato con una squadra di un anno più giovane, per una scelta societaria che anche Ubik aveva intrapreso l’anno scorso con i 2008, però il risultato è così importante che non giustifica un anno appena di differenza.
Gli Esordienti di coach Francesca Frapporti segnano 80 punti, ne subiscono 63 in meno e dominano dall’inizio alla fine in ogni fondamentale.
“Partita importante per risollevarci dopo la sconfitta precedente – commenta la coach – e per iniziare a mettere in campo il lavoro sulla difesa che stiamo impostando ad allenamento. Risultato senza dubbio positivo, belle collaborazioni in attacco, ma soprattutto sprazzi dell’atteggiamento agonistico difensivo che vogliamo costruire”.
Finita la prima fase al secondo posto nel girone dietro a Vigasio.

Coach Coraggio nuovo Specific Trainer di Ubik

Con grandissima soddisfazione da parte di tutta l’Ugolini Petroli Ubik Pallacanestro, in particolare del presidente Damiano Conati e del direttore tecnico Alessandra Giardini, da gennaio partirà un nuovo progetto che la società voleva mettere in piedi da qualche anno ma che per svariati motivi non è mai partito.
Si tratta dello Specific Trainer. Una figura che si occuperà di lavorare con un gruppo di ragazzi/e di varie squadre su un argomento specifico.
Sentendo le esigenze degli allenatori del settore giovanile di Ubik, il primo lavoro sarà quello sui lunghi.
Si tratta di un lavoro specifico su tutti quei fondamentali che in orario di allenamento normale difficilmente un qualsiasi allenatore riesce ad affrontare e la società è convinta che possa essere un grande aiuto.
Il nuovo ruolo verrà ricoperto da Rosario “Ros” Coraggio che inizierà ad assistere ad allenamenti e partite, e valuterà con gli allenatori di Ubik i ragazzi con cui lavorare.
Bentornato a coach Ros nella grande famiglia Ubik!

U14m: Terzo posto al Torneo di Brescia

Gli squali padroni di casa e gli orsacchiotti di Grezzana hanno avuto la meglio sui nostri lupi.
Ubik Pallacanestro Under 14 esce sconfitra da entrambe le sfide in quel di Castegnato, provincia di Brescia, e chiude il torneo di queste vacanze natalizie al terzo posto.
È stata comunque occasione per vivere un’esperienza nuova e testare qualche 2007 con la squadra Under 14 allenata da coach Pippo Tosi.

Esordienti 2008: imbattibilità persa a Vigasio

Partita complicata, sotto diversi punti di vista, che l’Ugolini Petroli non è stata in grado di gestire con continuità.
Spiegano coach Frapporti e Marognolli: “Dopo i primi due quarti buoni, giocati alla pari, a partire dalla metà in poi abbiamo perso concentrazione e lucidità. Le rotazioni corte certamente non hanno aiutato, ma dobbiamo imparare ad affrontare la stanchezza cercando di più i compagni, e soprattutto a sacrificarci molto di più in difesa. Partite come queste devono servirci da lezione, ed essere la conferma di quanto ancora ci sia da lavorare, sia nella tecnica che nella mentalità”.

VIGASIO – UBIK PALLACANESTRO 61-51

Parziali: 14-20; 16-12; 14-8; 17-11

U18m: chiusa la prima fase con un avversario troppo forte

Avversario sicuramente non alla nostra portata: XXL ha panchina lunga, è veloce in attacco e grintoso in difesa. “Era già dura prima – spiega coach Stefania Belfi – in più si sono aggiunte delle assenze importanti. Abbiamo comunque dato filo da torcere soprattutto nel primo quarto, poi sono usciti i valori dei nostri avversari. Nel secondo tempo la stanchezza e la superiorità tecnica di XXL si sono fatti valere. In questa pesante sconfitta voglio comunque trovare il lato positivo, che è la grande crescita individuale di alcuni giocatori come Carlos, Elis e Robert: sicuramente la loro presenza costante ed il loro impegno in allenamento danno frutti in partita”.
Si è chiusa ora la prima fase Fip. La squadra in questi mesi è cresciuta, ha imparato a conoscere il nuovo metodo di allenamento e il nuovo campionato, ha incontrato e avuto consigli importanti anche da coach Diana (nella foto), allenatore della Tezenis. Ora la speranza che nella seconda fase Fip, che potrebbe essere sicuramente più alla portata, ci sia continuità per chi è cresciuto esponenzialmente negli ultimi mesi e una svolta significativa sia nel lavoro settimanale che nelle partite per il resto della squadra. La stagione è ancora lunga e può dare molte soddisfazioni.

Risultati

Squadra1234TEsito
XXL Pallacanestro2230232095Win
Ubik Valpolicella BK1812101555Loss

XXL Pallacanestro

PTS
0

U14m: troppi regali natalizi a un avversario già forte

Nella prima domenica dopo la chiusura delle scuole, per la pausa Natalizia, il match inizia a giocarsi sulla sveglia, visto l’orario improbabile a cui si tiene la partita: le 9,15, che significa presenza in palestra alle 8.30 e partenza dalla Valpolicella con congruo anticipo, ma – si sa – la disponibilità degli impianti è merce rara al mare, ai monti e anche sul lago di Peschiera.
I ragazzi dell’Arilica però arrivano ben svegli sul linoleum di casa. Se uno sprazzo di sonno fosse ancora stato presente, ci pensa Tiretta (nella foto) con la prima di una lunga serie di penetrazioni a canestro – che caricherà di falli i primi due quarti degli avversari – a ricordare che la partita è iniziata: primo libero realizzato, unico vantaggio esterno della partita. Poi i nero-fluo iniziano a macinare punti, Perusi e Molani provano a contenere il capitano avversario, che aggiunge quattro canestri di fila a quelli dei compagni e chiude il primo quarto sul 16-5.
Nel secondo si replica, con i soli Tiretta (alla fine saranno 7 i suoi punti, miglior marcatore per la Ugolini Petroli) e Brasola che si iscrivono sul tabellino per gli ospiti, mentre sotto le martellate del 36 avversario il secondo parziale si inchioda sul 17-4. Tanti gli errori da entrambe le parti, ma quelli dei bianco-blu si distinguono per la natura roboante delle occasioni sprecate e dei connessi improperi che rimbalzavano tra panchina e gradinate!
Nell’intervallo l’allenatore dei lupi si accerta che anche sugli spalti siano tutti definitivamente svegli, con una paio di urlacci che certificano la tenuta sismica della palestra.
Si riprende con Tiretta che quando entra a canestro sembra Obelix contro la legione romana: in area si mescolano teste, braccia, gomiti, mani, dita, falangi finché l’arbitro non fischia e interrompe l’avanzata, che però poi non si concretizza nei liberi. Ne realizza solo uno, ci aggiunge l’unica tripla dell’intera partita, chiude Gilioli con un libero, ma sono tutti lì i nostri punti, mentre l’Arilica ne macina ben 16!
Nell’ultimo quarto, complice una squadra di casa forse appagata e meno aggressiva, a fronte dei ragazzi della Ugolini Petroli Ubik che non demordono, saltano a rimbalzo e difendono con maggiore incisività, il trend si inverte e con esso il risultato: per i lupi segnano un po’ tutti, Neri, Molani, Perusi, due volte Viviani e l’indomabile Prodomi – una piccola gigante, tra i tanti lunghi avversari – che fissano il parziale sul 7 a 15, permettendo di contenere il divario finale sotto i 30 punti (meglio dell’andata). Complimenti – quindi – all’Arilica, che si giocava la testa del girone con il Dossobuono, e avanti tutta per la Ugolini Petroli Ubik.
Il dato che segna la partita sta tutto nelle parole di coach Pippo Tosi a fine gara: “Perché fare canestro? – si chiede riferendosi all’incredibile mole di errori commessi in contropiede, spesso soli a canestro o in altre situazioni di ordinaria complessità – Alla fine tutti quei punti regalati non avrebbero cambiato l’esito del match ma, quando succede, ognuno di quegli errori pesa sul morale! Ci portiamo a casa la voglia di non mollare, fino alla fine, non importa quale sia il parziale. Questo è un elemento importante, soprattutto per la prossima fase, quando andremo a giocarcela con avversari alla nostra portata e impegnarsi dall’inizio alla fine potrà fare la differenza tra vincere o perdere la partita”.
Buone feste a tutti, buon riposo. E pronti a tornare in campo, più carichi e determinati di prima!

Risultati

Squadra1234TEsito
Arilica Basket Under 14161716756Win
Ubik Pallacanestro Under 14 maschile 20065441528Loss

Arilica Basket Under 14

PTS
56

Ubik Pallacanestro Under 14 maschile 2006

1D: caduta in trasferta senza più di metà squadra

Partita che si preannunciava in salita contro Grizzly per le numerose assenze dovute ad infortuni e cene natalize. E purtroppo i presagi iniziali hanno trovato conferme sul campo.
Spiegano coach Giardini e Comencini: “Siamo andati a Grezzana senza parecchi titolari, ma i ragazzi presenti hanno giocato comunque al massimo delle loro potenzialità. Partita utile soprattutto per chi solitamente ha meno spazio e per dare minuti e fiducia al giovane Under 16 Davide Bejan, che, dopo un inizio timoroso, si è sbloccato portando a casa ben 5 punti”.
Questo debutto di un giovanissimo deve diventare un incentivo anche per altri ragazzi dell’Under 18 e dell’Under 16 per migliorarsi e impegnarsi ogni giorno nella loro squadra, per crescere e vedersi convocare per qualche allenamento o addirittura per la partita con la prima squadra dell’Ugolini Petroli Ubik Valpolicella.

Risultati

Squadra1234TEsito
Grizzly Lessinia2422172689Win
Ubik Valpolicella Pallacanestro1319111356Loss

Grizzly Lessinia

PTS
89